venerdì 7 novembre 2014

QUANDO IL COMMUNITY MANAGER NON LEGGE I GIORNALI

Solitamente su questo blog mi piace premiare ed elogiare le migliori strategie e campagne di marketing e comunicazione. Oggi però dopo aver notato in poche settimane due grossolani errori di social media marketing da parte di brand insospettabili per blasone e professionalità, non posso non postarvi queste due immagini.




Cosa sono? Sono due post pubblicati recentemente da Nivea e Vanish nelle rispettive pagine Facebook.  Apparentemente non contengono errori di forma o contenuto ma ciò che secondo me è particolarmente grave (considerando l'importanza dei brand in questione) è l'aver completamente sbagliato i tempi di pubblicazione di questi contenuti.
Il post Nivea tutto cosparso di piume è stato pubblicato ieri, a pochi giorni di distanza dal caos creato dalla vicenda Monclair Vs Oche.  Quello di Vanish invece è stato addirittura sponsorizzato nel bel mezzo delle tragiche alluvioni che si sono abbattute in Liguria.
Ora, mi chiedo: chi gestisce queste pagine leggi i giornali, guarda i tg, frequenta twitter?
Ok che il real time marketing va di moda, ok che nelle aziende e nelle agenzie si lavora sempre di corsa,  ma forse con un pò di attenzione e buon senso  si eviterebbero certe uscite "poco fotunate" che appannano le efficaci strategie di branding che da sempre caratterizzano Nivea e Vanish.
Scusate lo sfogo,
Michele

venerdì 3 ottobre 2014

LA FORZA DELLA COMUNICAZIONE IN REAL TIME

Dopo gli storici casi del Superbowl di qualche anno fa o delle più recenti campagne capaci di viralizzare il proprio brand ironizzando sul morso di Suarez durante gli ultimi mondiali di calcio.. torna di prepotenza la tecnica del marketing in real time.
 E' il caso Kit-Kat che ha saputo sfruttare con grande astuzia tutta l'attenzione mediatica che si è creata in queste settimane attorno al nuovo iPhone6.

Guardate qua che tweet meraviglioso! 28.000 retweet!|!!
Michele


Nell’ultima settimana, l’argomento principale dei social network è il neonato iPhone 6 Plus, spesso solo 7,1 mm, talmente sottile che si piega se tenuto nella tasca anteriore dei pantaloni. Tantissimi utenti hanno fatto circolare video, immagini e commenti sulla “cattiva innovazione” del prodotto e tantissime aziende hanno preso a “sfottere” Apple. Kit Kat in testa, con il suo “we don’t bend, we #break”. Quasi 28.000 i retweet. - See more at: http://www.foodweb.it/2014/10/kit-kat-sfotte-apple-si-spezza-non-si-piega/#sthash.3FdHG1Yb.dpuf